Imf Genova

VIII Edizione 12 - 15 Luglio 2018

Fanfare Municipale de Meinier

fanfaremunicipaledemeinier

Svizzera – Meinier

É nel febbraio 1970 che circa venti musicisti della Banda Militare del terzo Reggimento hanno voluto mettersi insieme per suonare musica non militare e soprattutto senza uniforme!
Bernard de Siebenthal e Félix Weber, che davano già lezioni private a Meiner dal 1968, e Michel Debonneville, un musicista professionale nell’Orchestra della Svizzera francese, sapevano che il vicesindaco del tempo, Henri Danel, voleva creare una banda a Meiner. Dopo non molto tempo si organizzò l’incontro ufficiale nel marzo 1970. Era presieduto da Georges Girod, divenuto poi sindaco, e mise insieme i venti musicisti del terzo Reggimento e una dozzina di musicisti del villaggio che avevano risposto all’invito.
La banda di Meiner è nata ufficialmente nel marzo 1970.
I musicisti incominciarono ad incontrarsi una volta alla settimana, il giovedì sera, e molto spesso finivano la serata al ristorante “La Siesta” intorno ad una buona pizza. Si aggiunsero regolarmente altri musicisti per far crescere la nostra amata banda.
Nel 1977 la banda di ottoni creò la sua scuola di musica e grazie al lavoro degli insegnanti e dei direttori della Fanfare Municipale de Meinier altri giovani musicisti si unirono per aumentare il nostro complesso musicale.
La banda ha mantenuto tutto l’ardore dei suoi inizi. La giovinezza dei suoi membri e il dinamismo dei loro maestri hanno permesso alla nostra banda di raggiungere un eccellente livello musicale mantenendo questo spirito giovane che ci ha permesso di aggiudicarci il soprannome di “bambino terribile” nella Fédération des Musiques Genevoises de Campagnes.
La nostra banda è apprezzata ben oltre i confini del Comune, sia per gli inumerevoli concerti offerti alla popolazione, sia per il buon umore e l’atmosfera che irradia.
Perciò si sono susseguiti uno dopo l’altro nove presidenti e quattro direttori, lasciando l’attuale presidenza a Pierre-André Loizeau e la direzione musicale a Raphaël Hugon.